Seguici    
Accedi
 

L`Isola della Sostenibilità, V edizione: focus sui cambiamenti climatici

 L`Isola della Sostenibilità, V edizione: focus sui cambiamenti climatici

 

Cosa significa “sviluppo sostenibile”? Un utilizzo cosciente e assennato delle risorse ambientali del pianeta che si ottiene modificando gli attuali modelli di produzione e di consumo in vista del raggiungimento del giusto equilibrio tra crescita economica, sviluppo sociale e protezione dell'ecosistema.

Quanto sia importante che questo concetto diventi patrimonio comune, lo dice il fatto che nel 2017 l’Istat, il maggior ente di ricerca pubblico italiano, per la prima volta abbia voluto condurre un’indagine proprio su questo, prendendo in esame 63 nuovi indicatori di benessere tra cui salute, lavoro, relazioni sociali, ambiente ed energia, qualità dei servizi, innovazione ricerca e creatività, per capire a che punto si collochi il nostro Paese nella strada verso lo sviluppo sostenibile e per stimolare la comunità scientifica all’uso di questi dati.

L’appello non è rimasto inascoltato, soprattutto da parte di chi si occupa della formazione delle giovani generazioni. In prima linea il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca che, insieme a Enea, Cnr, Crea, Ispra, Università Roma Tre e La Sapienza, sostengono progetti come “L’Isola della Sostenibilità: lo sviluppo sostenibile spiegato alle nuove generazioni”, in programma al MACRO di Roma (Testaccio) il 5, 6 e 7 dicembre. Il tema scelto per animare l’edizione 2018 sono i cambiamenti climatici declinati su tutti i settori produttivi, con particolare attenzione ai contenuti dell’Obiettivo numero 13 dell’Agenda Globale dell’Onu 2030: “agire per il Clima, adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze”.

Si parte dall’esplorazione del mondo delle api che vivono in città per arrivare ad indagare la possibilità di creare colonie umane nello Spazio. Infatti, all’interno di “Isola della Sostenibilità 2018”, sarà presente “Spazio Italia”, una sezione interamente dedicata all’avventura dell’esplorazione spaziale targata Asi (Agenzia Spaziale Italiana) che propone oltre 200 metri quadri di percorso educativo dedicato all'importanza dello studio della Terra vista dallo Spazio.

Il professor Giorgio Vecchiato, ecologo dell’Università Statale di Milano, spiegherà il fenomeno della “Strage di alberi” che si sta verificando in maniera sempre più significativa negli ultimi anni in Italia (14 milioni di esemplari abbattuti) proprio a causa dei cambiamenti climatici che interessano la nostra Penisola.

In 3 giornate la manifestazione conta la realizzazione di 40 talk a carattere divulgativo con il supporto di mezzi multimediali, 7 panel della durata di 60 minuti, 25 laboratori con attività dimostrative e role playing, 10 workshop ludico-didattici. Attesa la partecipazione di 9000 persone di cui 7000 studenti provenienti da 45 istituti italiani.

Tutte le attività sono curate da esperti di istituzioni, enti di ricerca, associazioni e industrie impegnati attivamente nel campo della sostenibilità. Saranno presenti anche il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca Lorenzo Fioramonti.

Per tutte le info sugli appuntamenti in calendario: http://isoladellasostenibilita.com/wp-content/uploads/2018/11/Programma-provvisorio-2018.pdf

Tags

Condividi questo articolo