Seguici    
 
Accedi

Le lettere dal carcere di Antonio Gramsci


20 novembre 1926


Antonio Gramsci - filosofo e attivista politico tra i fondatori del partito comunista italiano - fu arrestato dal regime fascista nel 1926 e rinchiuso in diverse prigioni della penisola fino al 1934, quando a causa delle gravi condizioni di salute si vide concedere la libertà condizionata e trascorse in clinica gli ultimi tre anni della sua vita. Assieme ai "Quaderni dal carcere", le "Lettere" che scrisse nel lungo e doloroso periodo di prigionia sono divenute ormai un classico della letteratura italiana. Ne riportiamo alcune indirizzate alla madre e a Giulia (Julka), la moglie russa che dopo l`arresto del marito tornò in patria con i due figli, Delio e Giuliano.